blog

Partenariato pubblico privato: lo strumento per generare valore in Comune

Partenariato pubblico privato
Partenariato pubblico privato

Uniti si vince. Quando si vogliono realizzare progetti importanti, che avranno ricadute significative sulla comunità, è necessario tenere presente questa massima che è anche una precisa linea di azione.

Vale in tutti gli ambiti, e a maggior ragione per i Comuni che hanno necessità di innovare sperimentando formule di investimento sostenibili. Fra queste c’è il Partenariato Pubblico Privato (PPP), che si realizza principalmente attraverso lo strumento del project financing (PF).

Oggi, con la sfida lanciata dal PNRR e alla luce della nuova programmazione 2021/22 sui temi di innovazione e sostenibilità, i Comuni sono stimolati a sviluppare progetti innovativi, ma spesso si devono confrontare con tempi ristretti di progettazione, l’esigenza di acquisire know-how specifici, non sempre presenti all’interno dell’ente, oltre a bilanci che limitano la destinazione delle risorse disponibili. 

A venire in aiuto è il Partenariato Pubblico Privato, strumento di finanza disciplinato dal Codice degli Appalti per realizzare investimenti della pubblica amministrazione con una modalità alternativa ai canali tradizionali come i bandi di contributo. Un modello di cooperazione tra enti pubblici e soggetti privati verso un obiettivo di interesse comune, che si è affermato negli ultimi anni per la sua capacità di generare valore: è infatti vantaggioso per la PA e stimola il privato a realizzare gli interventi con massima efficienza, tempi certi e un preciso business plan che ne attesta la sostenibilità.

Opere di efficientamento energetico, impianti sportivi, servizi cimiteriali, organizzazioni parcheggi e aree di sosta, organizzazioni rifiuti, progetti di riqualificazione urbana e altre opere pubbliche figurano tra gli interventi che possono essere realizzati attraverso il modello di partenariato. 

Più in generale, sono molteplici gli obiettivi tracciati nel PNRR che possono trovare attuazione attraverso questo strumento, come conferma l’Osservatorio Recovery Plan: si va dalla digitalizzazione e innovazione della PA ai trasporti sostenibili, dalle energie rinnovabili ed efficienza energetica all’edilizia convenzionata, senza dimenticare la valorizzazione del patrimonio culturale e la fruizione delle bellezze storico-architettoniche.

Ma come funziona nel concreto il partenariato PPP?

Questo strumento può coprire diverse fasi, dalla progettazione alla realizzazione e gestione di interventi su opere pubbliche o di pubblica utilità, all’interno di soluzioni che siano remunerative per il privato e concorrano a sgravare la parte pubblica dei costi (che diversamente dovrebbe sostenere direttamente). Il procedimento, normato dall’articolo 180 del D.Lgs 50/2016, prevede più fasi, che vanno dalla presentazione della proposta di fattibilità da parte del privato, fino all’appalto tramite gara pubblica per selezionare l’aggiudicatario. 

Il finanziamento del progetto è prevalentemente a carico del partner privato, e avviene principalmente mediante il project financing o “finanza di progetto”. Si tratta di un’operazione economico-finanziaria che può essere attuata anche su iniziativa di soggetti privati: le recenti modifiche al Codice dei Contratti Pubblici, infatti, consentono ai privati di sottoporre alle pubbliche amministrazioni proposte di investimento anche al di fuori del Piano triennale delle opere pubbliche.

Il PPP è un processo innovativo, e come tale richiede competenze multidisciplinari, per un affiancamento procedurale del Comune sui diversi aspetti tecnici, economici e legali. Con questo obiettivo FASTZero mette a disposizione un team di esperti che accompagna le amministrazioni lungo tutto il percorso, a partire dalla ricognizione delle esigenze dell’ente locale, passando dalla valutazione preliminare delle proposte di PPP e la qualità delle opere proposte, con attenzione ad aspetti come l’innovazione dei servizi, la sostenibilità nel tempo dell’iniziativa, gli impatti e le ricadute attese. Senza dimenticare il supporto specialistico nell’asseverazione del Piano Economico Finanziario e l’assistenza per l’espletamento delle procedure di gara e per la corretta contabilizzazione dei processi.

I vantaggi

I vantaggi del PPP per Comuni ed enti locali sono intuitivi: l’intervento strategico del privato consente di risparmiare sui costi sul bilancio e superare i relativi vincoli, di liberare risorse a beneficio della comunità e migliorare la gestione dei servizi per i cittadini, oltre a garantire la qualità delle opere realizzate e l’efficacia dei servizi resi alla cittadinanza. L’ulteriore utilità per l’ente pubblico verte sulla successiva gestione dell’opera o del servizio da parte del privato, una volta che l’intervento è realizzato: un’opzione, quest’ultima, che viene spesso utilizzata perché consente di sgravare il Comune da un’organizzazione diretta, spesso onerosa (si pensi ad esempio alla rete di illuminazione pubblica, ai parcheggi pubblici a pagamento, agli impianti sportivi).

Impianti sportivi

Proprio gli impianti sportivi rappresentano uno dei filoni più interessanti su cui si può declinare il PPP, intercettando un’esigenza particolarmente avvertita dagli enti locali, che si connette con la valorizzazione dell’attività fisica e sportiva, nell’ottica della promozione del benessere e della socialità dei cittadini. 

Poter contare, all’interno del perimetro urbano, su impianti sportivi funzionali e pienamente accessibili ha infatti molteplici ricadute positive, sia sul versante della salute, della prevenzione e della qualità di vita, che sull’aggregazione giovanile e il contrasto all’emarginazione sociale, sia ancora in chiave di rigenerazione urbana, strategia che passa anche dalla riqualificazione e ristrutturazione degli impianti adibiti allo sport, soprattutto nelle zone periferiche o svantaggiate.

Il potenziamento delle infrastrutture sportive guarda a scuole, palestre, parchi pubblici, piscine, centri multifunzionali per l’attività fisica, polisportive in un’ottica di costruzione ex novo o di riqualificazione e ristrutturazione di beni di utilità pubblica. Obiettivi in cui il partenariato con project financing può rivelarsi particolarmente efficace per generare valore, in una chiave di rafforzamento delle attività e infrastrutture sportive nei piccoli e grandi Comuni.

Scopri di più

Scarica la Guida PPP

Ti interessa l’articolo?

Vuoi approfondire le tematiche che abbiamo trattato? Contattaci per avere maggiori informazioni.

Ti potrebbero interessare anche questi bandi


Fondazione Cariplo: Bando SOS Patrimonio

Fondazione Cariplo: Bando SOS Patrimonio

di Sabrina Savoca

È attiva l’opportunità offerta da Fondazione Cariplo – Bando SOS Patrimonio – volta a sostenere interventi di restauro e recupero funzionale, urgenti e prioritari, su beni di interesse ...

Leggi
Spazi Attivi. Percorsi di rigenerazione urbana del territorio
Manutenzione della rete dei percorsi escursionistici Emilia Romagna

Trasforma il tuo futuro!

Entra nella community per rimanere sempre aggiornato e realizzare i tuoi progetti innovativi e sostenibili

Iscriviti alla nostra newsletter

Success! Your message has been sent to us.
Error! There was an error sending your message.