blog

CER per i Comuni: i vantaggi e come realizzarle

Ilaria Bresciani
CER per i Comuni: i vantaggi e come realizzarle

La rivoluzione green parte dai Comuni, dal più piccolo al più grande nessuno escluso; ormai mettere in campo strategie di sviluppo sostenibile è alla base del sapere amministrare bene e con coscienza il proprio territorio, pensando al suo futuro.

Negli ultimi anni alcune iniziative hanno aiutato le Pubbliche Amministrazioni a finanziare progetti di riqualificazione energetica ed efficientamento degli edifici per ridurre al minimo l’impatto ambientale con una sostanziale riduzione della CO2 e abbattendo i consumi energetici con un notevole risparmio.

Ma questo ora non basta più.

Il rincaro dell’energia è diventato insostenibile per i Comuni, che quest’anno vedranno aumenti anche di oltre il 50%, che pesano sui bilanci e che preoccupano gli amministratori.

Le Amministrazioni Comunali devono trovare il modo di creare benefici ambientali per preservare il proprio territorio e contemporaneamente creare benefici economici e sociali per continuare a fornire servizi ai propri cittadini.

Le CER – Comunità Energetiche Rinnovabili- arrivano in un momento di estrema difficoltà. Vediamo di cosa si tratta.

Cosa sono le CER

Le CER - Comunità Energetiche Rinnovabili - sono associazioni tra enti locali, cittadini, enti religiosi, del terzo settore, attività commerciali, o imprese che si alleano per dotarsi di impianti destinati a produrre energia da fonti rinnovabili, finalizzata al consumo immediato o allo stoccaggio in sistemi di accumulo.

L’obiettivo è promuovere l’autonomia e indipendenza energetica dei territori, grazie alla produzione e autoconsumo in loco e fornire benefici ambientali, economici o sociali a livello di comunità ai suoi membri.

Soprattutto nei piccoli borghi, dove è molto forte il senso di comunità, le Comunità energetiche sono destinate ad essere vincenti, con la nascita di progetti partecipativi ed impianti condivisi per la produzione di energia da fonti rinnovabili redistribuita poi a tutte le utenze iscritte. 

Come funziona una comunità energetica

In una comunità energetica i consumatori assumono un ruolo attivo nella produzione di energia da fonti rinnovabili.

Per creare una comunità energetica ci sono degli step da compiere: come prima cosa bisogna creare una nuova entità legale (associazione o cooperativa) tra i diversi soggetti della comunità.

Dopo di che è necessario trovare un’area vicina dove installare l’impianto di produzione dell’energia, come ad esempio un impianto fotovoltaico. Una volta messo in funzione l’impianto la comunità energetica può fare richiesta al GSE per ottenere gli incentivi previsti. 

Ogni membro della comunità continuerà a pagare la bolletta al proprio fornitore ma riceverà un contributo per calmierare i costi.

Vantaggi per un ente pubblico

I benefici di una comunità energetica sono molteplici, vediamoli insieme.

  • Benefici di tipo economico, grazie agli incentivi concessi e alla riduzione dei costi delle bollette. Infatti più energia si auto-consuma meno si paga la bolletta energetica.  Inoltre si può anche guadagnare sull’energia prodotta
  • Benefici di carattere ambientale, con la produzione di energia da fonti rinnovabili 
  • Benefici sociali, soprattutto per i piccoli comuni e borghi storici spesso a rischio spopolamento. Creare una comunità energetica vuol dire creare partecipazione tra i cittadini ed innescare azioni collettive per la rivitalizzare le comunità locali, promuovendo l’autonomia e l’indipendenza energetica a livello locale, con produzione di energia a “km0”. Ma diventano anche un modo per rafforzare l’inclusione sociale e la coesione all’interno della comunità, sostenendo la crescita economica, tecnologica ed occupazionale dei territori.
Come realizzarle

Il PNRR ancora una volta ci viene in aiuto nel difficile compito di adottare politiche sostenibili.

Infatti, nella Missione 2 –C2.1 sono stati stanziati oltre 2 miliardi di euro per la creazione delle Comunità energetiche rinnovabili.

Non farti trovare impreparato.

Inizia subito a pensare alla tua Comunità Energetica Rinnovabile, il nostro team di esperti può seguirti nella ideazione e creazione della tua CER.

Ti interessa l’articolo?

Vuoi approfondire le tematiche che abbiamo trattato? Contattaci per avere maggiori informazioni.

Ti potrebbero interessare anche questi bandi


Bando per infrastrutture rurali in Oltrepo Pavese

Bando per infrastrutture rurali in Oltrepo Pavese

di Federica Sala

I territori rurali, soprattutto se montani, spesso fanno fatica a garantire servizi essenziali alla popolazione, in ambito sociale, culturale e ricreativo. E' in questo contesto che interventgono i ...

Leggi
Bando Architettura rurale - Seconda Finestra

Bando Architettura rurale - Seconda Finestra

di Matteo Bertoni

Il Bando Architettura rurale Seconda Finestra  fa parte della componente M1C3 Turismo e Cultura del PNRR e il suo obiettivo è dare una nuova spinta al processo di conservazione e valorizzazione ...

Leggi
Bando Nuove Energie per la provincia di Cuneo - PAESC

Trasforma il tuo futuro!

Entra nella community per rimanere sempre aggiornato e realizzare i tuoi progetti innovativi e sostenibili

Iscriviti alla nostra newsletter

Success! Your message has been sent to us.
Error! There was an error sending your message.