blog

Mobilità sostenibile a supporto di ambiente e commercio

Sabrina Savoca
MOBILITÀ SOSTENIBILE A SUPPORTO DI AMBIENTE E COMMERCIO

Negli ultimi anni sono cresciuti - sia nelle grandi metropoli sia nei piccoli centri urbani - gli investimenti e gli interventi a supporto della mobilità sostenibile.

Sempre più Amministrazioni comunali sono sensibili a questo tema e stanno puntando sulla creazione e/o potenziamento della rete di piste ciclopedonali quale asset strategico per lo sviluppo del territorio ed elemento in grado di migliorare la qualità della vita dei propri abitanti.

Investire in mobilità sostenibile e spostamenti in bici, infatti, consente di: ridurre il traffico automobilistico, ridurre le emissioni di sostanze inquinanti, diminuire in maniera consistente i livelli di inattività fisica, favorire uno stile di vita sano, migliorare la qualità della vita, aumentare l’attrattività del territorio sia per i residenti sia dal punto di vista turistico e commerciale.


Spostarsi in bici può quindi generare degli effetti positivi sia per l’ambiente sia per l’economia locale.

Un esempio è fornito dal sistema “PinBike” ideato da una start up italiana e già attivo in diverse città come ad esempio Torino, Bergamo, Bari e Foggia.

Pin Bike è un dispositivo che, montato sulla bicicletta, certifica i Km percorsi in ambito urbano (per esempio casa-lavoro o casa-scuola) e in cambio genera crediti in denaro che possono essere spesi nei negozi della propria città, promuovendo in questo modo sia la mobilità sostenibile sia il commercio di prossimità.

Più ci si sposta in bici all’interno del proprio Comune e più si ottengono punti che si traducono in un buono economico da poter utilizzare presso gli esercizi commerciali locali.

Pin Bike quindi - attraverso un sistema che si basa su tre elementi principali: kit, app e dashboard - incentiva il commercio tradizionale, locale e di prossimità dato che il buono economico elargito dal Comune al cittadino può essere speso esclusivamente nelle attività commerciali della città.

A beneficiare di questo tipo di iniziativa sono più soggetti:

  • il ciclista, in quanto Pin Bike fa entrare in una community ricca di premi e trasforma lo smartphone in un ciclocomputer con cui monitorare velocità e percorrenze;
  • le grandi realtà aziendali che sono chiamate ad incentivare spostamenti sostenibili casa/lavoro, che in questo modo hanno un maggior appeal;
  • le Amministrazioni locali che, attraverso uno strumento economico, pratico e moderno, possono incentivare e monitorare l'utilizzo della bici nelle aree urbane;
  • gli esercenti, visto che il buono economico elargito al cittadino può essere speso esclusivamente nelle attività commerciali della città.

Il Comune di Bari è stato uno dei primi enti ad attivare Pin Bike; a breve questo sistema, che ha vinto numerosi premi e riconoscimenti, verrà installato anche sulle biciclette dei cittadini di Tallinn (Estonia), Istanbul (Turchia) e Braga (Portogallo) per incentivare la mobilità sostenibile e in parallelo supportare l’economia locale.

Ti interessa l’articolo?

Vuoi approfondire le tematiche che abbiamo trattato? Contattaci per avere maggiori informazioni.

Ti potrebbero interessare anche questi bandi


Orti di Lombardia: contributi per orti urbani e collettivi
Regione Emilia Romagna: bando per percorsi di transizione energetica
Piccoli comuni: in arrivo contributi fino a 150mila euro per strade e viabilità

Trasforma il tuo futuro!

Entra nella community per rimanere sempre aggiornato e realizzare i tuoi progetti innovativi e sostenibili

Iscriviti alla nostra newsletter

Success! Your message has been sent to us.
Error! There was an error sending your message.