blog

Bonifica e recupero dei siti orfani con il PNRR

Marie Fiocco
Bonifica e recupero dei siti orfani con il PNRR

La componente 4 della Missione 2 “Rivoluzione verde e Transizione Ecologica” del PNRR è dedicata alla tutela del territorio e della risorsa idrica. 

Missione

La Missione 2 al suo interno prevede diversi investimenti tra i quali l’investimento 3.4 “Bonifica dei siti orfani” del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che mira alla bonifica e recupero – attraverso tecnologie innovative ed avanzate - dei siti e delle aree orfane al fine di promuovere un’economia circolare, ridurre gli impatti ambientali del territorio circostante e di renderli fruibili, oltre che alla comunità, anche al mercato immobiliare. 

Fondi

La Missione 2 “Rivoluzione verde e Transizione ecologica” ha una dotazione finanziaria di 15,06 miliardi di euro e all’interno del suo pacchetto di investimenti vi è anche una sezione dedicata alla bonifica dei siti orfani.

A livello nazionale, il Programma nazionale di finanziamento degli interventi di bonifica e ripristino ambientale dei siti orfani (decreto del 29 dicembre 2020) ha previsto per il periodo 2014-2029 una dotazione finanziaria 105 milioni di euro a cui si aggiungono 500 milioni dai fondi del PNRR. 

Obiettivi

La componente 4 della Missione 2 del PNRR mira alla riqualificazione e bonifica dei siti orfani come occasione di sviluppo economico. I siti orfani, infatti, sono delle aree che – per via dell’inquinamento industriale – rappresentano un potenziale rischio per la salute e qualità della vita degli abitanti. Se bonificati, messi in sicurezza e riqualificati, invece, posso diventare un’occasione di sviluppo economico per il territorio. Con il ripristino dell’ambiente, quindi, i siti orfani possono diventare delle aree verdi alternative in cui preservare le risorse naturali e la biodiversità. 

Requisiti di un sito orfano:

  • area potenzialmente contaminata
  • area per cui il responsabile dell’inquinamento non provvede agli adempimenti previsti dalla legge
  • area per cui il proprietario del sito o altro soggetto non provvede o non concludono le attività e gli interventi.

Lo scorso 22 novembre la ex Direzione Generale per il Risanamento Ambientale (Ria) ha approvato l’elenco dei siti orfani da riqualificare, individuati dalle Regioni o Province autonome. 

Restano comunque esclusi dai finanziamenti per siti orfani:

  • interventi in corso o per i quali sono già state individuate altre fonti di finanziamento
  • rimozione di rifiuti, salvo il caso in cui questi siano fonte di contaminazione per l’ambiente circostante
  • interventi sulle strutture impiantistiche ed edilizie, eccetto quelli per la bonifica delle matrici ambientali
  • bonifiche disciplinate da leggi speciali
  • bonifiche e ripristini ambientali di aree in cui l’inquinamento è diffuso
Destinatari

Il programma di investimento si rivolge agli Enti pubblici, quali Regioni e Province autonome. 

Ti interessa l’articolo?

Vuoi approfondire le tematiche che abbiamo trattato? Contattaci per avere maggiori informazioni.

Ti potrebbero interessare anche questi bandi


Bando per infrastrutture rurali in Oltrepo Pavese

Bando per infrastrutture rurali in Oltrepo Pavese

di Federica Sala

I territori rurali, soprattutto se montani, spesso fanno fatica a garantire servizi essenziali alla popolazione, in ambito sociale, culturale e ricreativo. E' in questo contesto che interventgono i ...

Leggi
Bando Architettura rurale - Seconda Finestra

Bando Architettura rurale - Seconda Finestra

di Matteo Bertoni

Il Bando Architettura rurale Seconda Finestra  fa parte della componente M1C3 Turismo e Cultura del PNRR e il suo obiettivo è dare una nuova spinta al processo di conservazione e valorizzazione ...

Leggi
Bando Nuove Energie per la provincia di Cuneo - PAESC

Trasforma il tuo futuro!

Entra nella community per rimanere sempre aggiornato e realizzare i tuoi progetti innovativi e sostenibili

Iscriviti alla nostra newsletter

Success! Your message has been sent to us.
Error! There was an error sending your message.