blog

La Lombardia promuove le Comunità Energetiche Rinnovabili

Redazione FastZero
Le Comunità Energetiche Rinnovabili in Lombardia

La Lombardia promuove le Comunità Energetiche Rinnovabili 

Si chiamano Comunità Energetiche Rinnovabili e sono associazioni tra cittadini, attività commerciali, enti locali o imprese che si alleano per dotarsi di impianti destinati a produrre energia da fonti rinnovabili, finalizzata al consumo immediato o allo stoccaggio in sistemi di accumulo.

Riconosciute dalla normativa italiana nel 2019, le Comunità Energetiche Rinnovabili sono oggetto di una legge ad hoc approvata all’unanimità dal Consiglio regionale lombardo lo scorso 18 febbraio: l’obiettivo è promuovere l’autonomia e indipendenza energetica della Lombardia, grazie alla produzione e autoconsumo in loco. 

Un passaggio ancora più importante, quest’ultimo, alla luce del recente aumento delle bollette di energia e gas, dovuto al rincaro delle materie prime: l’intervento, infatti, mira anche a contrastare la povertà energetica delle famiglie e a sostenere le imprese energivore del territorio lombardo.

6 mila Comunità Energetiche in 5 anni

Il progetto prevede un investimento iniziale di 22 milioni di euro volti alla creazione di una rete diffusa di impianti di produzione e accumulo energetico formata da 6.000 Comunità Energetiche Rinnovabili nell’arco dei prossimi 5 anni, che comporterà un aumento della potenza fotovoltaica installata da 600MW fino a 1.300MW, consentendo di incrementare fino al 30% la produzione di energia rinnovabile.

L’insieme delle comunità energetiche sarà coordinato dalla Comunità Energetica Regionale Lombarda (CERL), che avrà il compito di raccordare le altre comunità energetiche rinnovabili del territorio lombardo, promuovere le fonti rinnovabili attraverso iniziative informative e formative rivolte ai cittadini, imprese, enti locali, scuole, ospedali e altri potenziali fruitori, e supportare lo sviluppo di altre comunità energetiche in Lombardia.

Nello specifico, gli ambiti di intervento della Comunità Energetica Lombardia (CERL) sono: 

  1. Schema CER presso i cittadini e gli enti locali
  2. Supporto tecnico e amministrativo nella stesura dei progetti
  3. Incentivo agli investimenti nella creazione di comunità energetiche territoriali

Questa misura, oltre al raggiungimento dell’indipendenza energetica della Lombardia, punta anche alla riduzione dei costi di produzione e di consumo.

Fonti rinnovabili: una strategia vincente

Promuovere la cultura e la pratica delle fonti rinnovabili è una strategia vincente che offre molti vantaggi: oltre agli impatti positivi sull’ambiente, l’investimento potrà portare alla creazione di nuovi posti di lavoro nell’ambito della realizzazione e manutenzione degli impianti di produzione e accumulo energetico.

Le risorse stanziate dalla Regione Lombardia verranno così ripartite:

  • 2022: 400.000€ per il funzionamento della CERL e 1.500.000€ per la creazione di un sistema di monitoraggio
  • 2023: 10.000.000€ per il sostegno alla CERL
  • 2024: 10.000.000€ per il sostegno alla CERL

L’intervento è in linea con gli obiettivi del PNRR per la transizione green, che prevede 2,2 miliardi di euro per lo sviluppo delle Comunità Energetiche Rinnovabili in Italia. Di questi, 400 milioni sono destinati alla Lombardia, cui si aggiungono oltre 55 milioni di euro dal POR FESR. 

Ti interessa l’articolo?

Vuoi approfondire le tematiche che abbiamo trattato? Contattaci per avere maggiori informazioni.

Ti potrebbero interessare anche questi bandi


Bando Risorse Progettazione PNRR

Bando Risorse Progettazione PNRR

di Matteo Bertoni

Da dicembre 2021 il PNRR (“Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza”) elaborato dall’Italia nell’ambito del Piano Next Generation UE sta entrando nella fase di operatività con la pubblicazione di ...

Leggi
Bando per infrastrutture rurali in Oltrepo Pavese

Bando per infrastrutture rurali in Oltrepo Pavese

di Federica Sala

I territori rurali, soprattutto se montani, spesso fanno fatica a garantire servizi essenziali alla popolazione, in ambito sociale, culturale e ricreativo. E' in questo contesto che interventgono i ...

Leggi
Bando Architettura rurale - Seconda Finestra

Bando Architettura rurale - Seconda Finestra

di Matteo Bertoni

Il Bando Architettura rurale Seconda Finestra  fa parte della componente M1C3 Turismo e Cultura del PNRR e il suo obiettivo è dare una nuova spinta al processo di conservazione e valorizzazione ...

Leggi

Trasforma il tuo futuro!

Entra nella community per rimanere sempre aggiornato e realizzare i tuoi progetti innovativi e sostenibili

Iscriviti alla nostra newsletter

Success! Your message has been sent to us.
Error! There was an error sending your message.