blog

Comunità Energetiche Rinnovabili: i vantaggi economici in 5 punti

Comunità Energetiche Rinnovabili: i vantaggi economici in 5 punti
Comunità Energetiche Rinnovabili: i vantaggi economici in 5 punti

Le Comunità energetiche rinnovabili (CER) rappresentano uno strumento innovativo per risparmiare sui costi dell'energia, oltre che per raggiungere obiettivi di sostenibilità.

Si tratta infatti di un modello di produzione e autoconsumo di energia a chilometro zero che offre interessanti opportunità a Comuni, cittadini e imprese in un periodo segnato dal rincaro delle bollette.

Come funziona la CER?

Il funzionamento è semplice, e si basa sulla sinergia tra i diversi attori del territorio: cittadini, attività commerciali, enti locali, imprese si alleano per dotarsi di impianti destinati a produrre energia da fonti rinnovabili (solitamente il fotovoltaico), finalizzata al consumo immediato o allo stoccaggio in sistemi di accumulo. 

Quali sono i vantaggi economici?
  1. Un circolo virtuoso che offre importanti vantaggi economici ai Comuni e ai cittadini che vi partecipano, a partire dal risparmio sulle bollette energetiche: grazie all’autoconsumo dell’energia prodotta si abbattono i costi delle componenti variabili come quota energia, oneri di rete e relative imposte.
  2. Sempre in un’ottica di riduzione del caro-bollette vanno annoverati gli incentivi riconosciuti dalla legge sulla quota di energia autoconsumata istantaneamente, tramite la formula della tariffa incentivante (cumulabile con detrazione fiscale 50%). 
  3. Anche l’energia rinnovabile prodotta in eccedenza non va sprecata, ma può essere venduta sul mercato. E la Comunità energetica può proporre servizi ancillari legati al mondo del consumo energetico. Tutto questo consente di realizzare delle utilità che si aggiungono al ritorno economico in bolletta.
  4. Dar vita a una CER, infine, significa investire sull’indipendenza e l’efficienza energetica a livello locale dei consumatori, dei Comuni e delle imprese.
E l’investimento di partenza per realizzare l’impianto?

Costruire l’impianto di energia rinnovabile ha un costo che viene suddiviso tra i membri della CER. Vista l’estensione di una Comunità energetica, che equivale a una cabina primaria di distribuzione, i piccoli Comuni, i borghi o le diverse frazioni possono unire le forze per lavorare in sinergia su un progetto condiviso.   

  1. La legge, inoltre, prevede diverse opportunità come agevolazioni fiscali (detrazioni o superammortamento) per promuovere gli impianti  di energie rinnovabili. Il continuo rialzo dei costi energetici rende particolarmente conveniente l’investimento, che si ripagherà in tempi  più brevi.

Per saperne di più partecipa al webinar gratuito sulle Comunità energetiche rinnovabili organizzato da FastZero per giovedì 5 maggio alle ore 14.

Iscriviti qui al webinar https://register.gotowebinar.com/register/6606292892107913741


Ti interessa l’articolo?

Vuoi approfondire le tematiche che abbiamo trattato? Contattaci per avere maggiori informazioni.

Ti potrebbero interessare anche questi bandi


Fondazione Cariplo: Bando SOS Patrimonio

Fondazione Cariplo: Bando SOS Patrimonio

di Sabrina Savoca

È attiva l’opportunità offerta da Fondazione Cariplo – Bando SOS Patrimonio – volta a sostenere interventi di restauro e recupero funzionale, urgenti e prioritari, su beni di interesse ...

Leggi
Spazi Attivi. Percorsi di rigenerazione urbana del territorio
Manutenzione della rete dei percorsi escursionistici Emilia Romagna

Trasforma il tuo futuro!

Entra nella community per rimanere sempre aggiornato e realizzare i tuoi progetti innovativi e sostenibili

Iscriviti alla nostra newsletter

Success! Your message has been sent to us.
Error! There was an error sending your message.