blog

REPowerEU: un acceleratore per la transizione verde

Marie Fiocco
REPowerEU: un acceleratore per la transizione verde

Con l’intendo di trasformare il sistema energetico europeo e azzerare la delicata e controversa dipendenza energetica dell’Unione europea nei confronti della Russia, la Commissione avanza nuove proposte per aumentare il risparmio energetico e ridurre la domanda di gas e petrolio. Tra le proposte presentate nel pacchetto REPowerEU vi è l’obbligo di installare pannelli solari sui nuovi edifici pubblici, commerciali e residenziali: un vero e proprio acceleratore, dunque, per la transizione verde. 

OBIETTIVI 

Tra i principali obiettivi del REPowerEU vi è la proposta di aumentare, per il 2030, le energie rinnovabili dal 40% al 45% nell'ambito del pacchetto Fit for 55, attraverso il raddoppio della capacità energetica fotovoltaica entro il 2025 e l’installazione di pannelli solari per una potenza pari a circa 600 GW entro il 2030. È in questo senso che si inserisce l’azione legata all’ “obbligo legale graduale" di installare pannelli solari sui nuovi edifici pubblici e commerciali entro il 2025 e nuovi edifici residenziali entro il 2029.

Tali azioni, sono anche legate agli altri obiettivi europei definiti con il Green Deal come l’aumento del 9% dell’efficienza energetica che con il nuovo programma potrebbe aumentare fino al 13%, grazie al raddoppio del tasso di diffusione delle pompe di calore, l’integrazione con l’energia solare termica e i sistemi di teleriscaldamento.

Tutto ciò sarà però possibile sono grazie anche ad un cambio comportamentale nei confronti dei consumi di energia non rinnovabile attraverso la promozione campagne di comunicazione rivolte non solo al settore industriale ma anche alle famiglie.

IL PIANO IN NUMERI

Nel concreto il piano REPowerEU si pone come obiettivo: 

  • l'aumento di 10 milioni di tonnellate di produzione nazionale di idrogeno rinnovabile.
  • la riduzione di 10 milioni di tonnellate di importazioni della fonte pulita entro il 2030 per sostituire gas naturale, carbone e petrolio nelle industrie e nei settori dei trasporti difficili da decarbonizzare. 
  • Il risparmio di 35 miliardi di metri cubi di gas naturale entro il 2030.
FINANZIAMENTI

Gli interventi previsti nel REPowerEU comporteranno circa 210 miliardi di euro di finanziamento da qui al 2027. I fondi saranno presi dalle risosrse non ancora utilizzate a valere sul Next Generation EU a cui si sommeranno altri fondi presi dai 225 miliardi di euro di prestiti ancora non richiesti nell’ambito del Recovery Found.

Gli interventi promossi dall'Unione Europea sono realizzabili e noi possiamo supportarti! Contattaci per maggior informazioni.

Noi di FAST Zero crediamo in un futuro sostenibile, circolare e digitale per tutti.  

Ti interessa l’articolo?

Vuoi approfondire le tematiche che abbiamo trattato? Contattaci per avere maggiori informazioni.

Ti potrebbero interessare anche questi bandi


Bando per infrastrutture rurali in Oltrepo Pavese

Bando per infrastrutture rurali in Oltrepo Pavese

di Federica Sala

I territori rurali, soprattutto se montani, spesso fanno fatica a garantire servizi essenziali alla popolazione, in ambito sociale, culturale e ricreativo. E' in questo contesto che interventgono i ...

Leggi
Bando Architettura rurale - Seconda Finestra

Bando Architettura rurale - Seconda Finestra

di Matteo Bertoni

Il Bando Architettura rurale Seconda Finestra  fa parte della componente M1C3 Turismo e Cultura del PNRR e il suo obiettivo è dare una nuova spinta al processo di conservazione e valorizzazione ...

Leggi
Bando Nuove Energie per la provincia di Cuneo - PAESC

Trasforma il tuo futuro!

Entra nella community per rimanere sempre aggiornato e realizzare i tuoi progetti innovativi e sostenibili

Iscriviti alla nostra newsletter

Success! Your message has been sent to us.
Error! There was an error sending your message.