blog

Il cambiamento climatico: la sfida dei Comuni e il Piano d'Azione

Backoffice FastZero
Il cambiamento climatico: la sfida dei Comuni e il Piano d'Azione

Il cambiamento climatico è sempre più presente nelle nostre vite e costituisce una vera e propria sfida: l’emergenza idrica e le ondate di calore degli ultimi giorni ne sono solo un esempio 

Tutti gli Amministratori sono chiamati ad adottare politiche sempre più green, strutturando attività ed interventi per migliorare l’attività ambientale dei territori.

Cosa si può fare

La prima azione che le Amministrazione Pubbliche possono introdurre è aderire all’iniziativa Europea del Patto Dei Sindaci.

Le città firmatarie si impegnano a sostenere l'attuazione dell'obiettivo comunitario di riduzione del 40% dei gas a effetto serra entro il 2030, e l'adozione di un approccio comune per affrontare la mitigazione e l'adattamento ai cambiamenti climatici.

Al fine di tradurre il loro impegno politico in misure e progetti pratici, i firmatari del Patto s'impegnano a presentare, entro due anni dalla data della decisione del consiglio locale un Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile e il Clima (PAESC) che indichi le azioni chiave che intendono intraprendere.

Piano d'Azione per l'Energia e il Clima -Uno strumento per il Comune

Molti Comuni virtuosi hanno programmato numerosi interventi per migliorare la sostenibilità ambientale dei territori, ad esempio riqualificando a livello energetico gli edifici comunali, predisponendo piani di piantumazione di alberi, adottando sistemi di raccolta rifiuti finalizzati al riciclo etc.

Attraverso il PAESC (Piano d’azione per l’energia e il clima), si può dotare l’ente di uno strumento che racchiuda tutte le azioni svolte, per pianificare ed individuare con più chiarezza e precisione le necessità del territorio.

Inoltre, ogni due anni è prevista una relazione di monitoraggio, in cui si verificano ed aggiornano puntualmente gli obiettivi prefissati, se gli interventi messi in campo sono stati efficaci ed efficienti e cosa si può aggiungere per migliorare anno con anno.

Da dove si parte

La prima azione fondamentale è aderire al Patto dei Sindaci ed analizzare la situazione attuale del territorio, raccogliendo i dati e le informazioni necessarie.

Il nostro team di professionisti è in grado di offrirti una strategia di azione per rendere il tuo comune più sostenibile e ridurre l’impatto sull’ambiente, creando un progetto ad hoc per il tuo territorio.

Scopri come possiamo aiutarti cliccando qui.

Ti interessa l’articolo?

Vuoi approfondire le tematiche che abbiamo trattato? Contattaci per avere maggiori informazioni.

Ti potrebbero interessare anche questi bandi


Bando per infrastrutture rurali in Oltrepo Pavese

Bando per infrastrutture rurali in Oltrepo Pavese

di Federica Sala

I territori rurali, soprattutto se montani, spesso fanno fatica a garantire servizi essenziali alla popolazione, in ambito sociale, culturale e ricreativo. E' in questo contesto che interventgono i ...

Leggi
Bando Architettura rurale - Seconda Finestra

Bando Architettura rurale - Seconda Finestra

di Matteo Bertoni

Il Bando Architettura rurale Seconda Finestra  fa parte della componente M1C3 Turismo e Cultura del PNRR e il suo obiettivo è dare una nuova spinta al processo di conservazione e valorizzazione ...

Leggi
Bando Nuove Energie per la provincia di Cuneo - PAESC

Trasforma il tuo futuro!

Entra nella community per rimanere sempre aggiornato e realizzare i tuoi progetti innovativi e sostenibili

Iscriviti alla nostra newsletter

Success! Your message has been sent to us.
Error! There was an error sending your message.