blog

Bando PNRR per il teleriscaldamento: obiettivi e priorità

Marie Fiocco
Bando PNRR per il teleriscaldamento: obiettivi e priorità

Il teleriscaldamento è un sistema che genera energia termica a distanza, sfruttando reti di condutture interrate che trasportano il calore nelle abitazioni in modo alternativo rispetto alle caldaie. Questo sistema ha un impatto ambientale minore e può essere un valido strumento contro il problema delle emissioni e del cambiamento climatico. 

La situazione in Italia

Il teleriscaldamento rappresenta il 12% del fabbisogno termico del settore civile, ma occorrono maggiori incentivi ed investimenti. Come evidenziato da studi condotti dai politecnici di Milano e di Torino, il potenziale di sviluppo del teleriscaldamento in Italia è di quarta generazione: ben quattro volte i livelli attuali. I sistemi di quarta generazione possono lavorare a basse temperature, con una produzione ben distribuita, reti bidirezionali ed ampio utilizzo di accumuli termici. 

In Italia, tuttavia, molti ostacoli, specialmente di natura economica, si frappongono al pieno sviluppo di tale potenziale. La normativa non è rimasta al passo, effettivamente, con il progresso tecnologico che ha interessato il settore e non vi sono dei meccanismi prettamente dedicati al teleriscaldamento ad incentivare operatori e consumatori, che possano promuoverne lo sviluppo. 

Gli obiettivi e le priorità

Per quanto riguarda le opportunità offerte dal PNRR, le risorse messe a disposizione da parte del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza sono pari a 200 milioni di euro: questa somma rappresenta solamente l’1% delle risorse destinate alle misure dedicate all’efficientamento energetico e verrà erogata tramite apposito bando di gara. 

Le tappe principali previste sono:

  • Entro dicembre 2022: l’aggiudicazione degli appalti per la realizzazione di nuove reti o per l’ampliamento di reti esistenti;
  • Entro marzo 2026: la realizzazione di nuove reti, o l’ampliamento di quelle esistenti, al fine di ridurre il consumo energetico.

La priorità viene data allo sviluppo del teleriscaldamento efficiente, basato sulla distribuzione di calore generato da fonti rinnovabili, da calore di scarto o cogenerato in impianti ad alto rendimento. 

La misura rappresenta un passo importante per il contrasto della crisi energetica in corso, valorizzando il consumo di energia sostenibile, ma si può fare di più ed è fondamentale che le risorse vengano gestite in maniera corretta, strutturando politiche durature ed efficaci.

Il bando del PNRR rappresenta, in questo, una valida occasione. 


Ti interessa l’articolo?

Vuoi approfondire le tematiche che abbiamo trattato? Contattaci per avere maggiori informazioni.

Ti potrebbero interessare anche questi bandi


Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici: in apertura il bando di Regione Lombardia
Aperto il bando Distretti del Commercio in Friuli

Aperto il bando Distretti del Commercio in Friuli

di Federica Sala

Si è finalmente aperto il bando promosso da Regione Friuli Venezia Giulia relativo al finanziamento dei Distretti del Commercio. Sulla scorta delle esperienze positive realizzate in altri territori ...

Leggi
Veneto: contributi per la Città della Cultura

Veneto: contributi per la Città della Cultura

di Federica Sala

La cultura rappresenta un aspetto fondamentale per lo sviluppo economico, turistico e sociale dei territori e Regione Veneto ha all’attivo diverse misure volte a sostenere investimenti in questi ...

Leggi

Trasforma il tuo futuro!

Entra nella community per rimanere sempre aggiornato e realizzare i tuoi progetti innovativi e sostenibili

Iscriviti alla nostra newsletter

Success! Your message has been sent to us.
Error! There was an error sending your message.