blog

Piano Generale per la Mobilità Ciclistica: l'opportunità

Matteo Bertoni
Piano Generale per la Mobilità Ciclistica: un'opportunità per lo sviluppo turistico dei territori

È stato approvato in data 3 agosto 2022 il Piano Generale della Mobilità Ciclistica urbana ed extraurbana 2022-2024: uno strumento virtuoso che porta l’Italia in linea con i molti Paesi europei che hanno già adottato questo modello. 

Negli ultimi anni, infatti, anche a seguito della pandemia, in virtù della diffusione del servizio di “bike sharing” (con cui è possibile utilizzare le biciclette in condivisione con altri) e del potenziamento delle relative infrastrutture, l’uso delle biciclette è aumentato in maniera esponenziale. Questo dato ha spostato l’interesse su un tipo di mobilità dal potenziale ancora inespresso e, cosa più importante, sostenibile e al passo con gli obiettivi climatici.  

I contenuti del Piano

Il Piano Generale per la Mobilità Ciclistica contiene una programmazione a lungo termine per il miglioramento ed il potenziamento della rete di mobilità ciclistica urbana ed interurbana e delinea le ipotesi di intervento in ambito urbano, metropolitano ed extraurbano, per il cui sviluppo sono già stati stanziati dei fondi tramite il PNRR.

Gli obiettivi

Lo scopo principale del Piano Generale per la Mobilità Ciclistica è quello di dare il giusto rilievo alla mobilità ciclistica, valorizzandola attraverso misure quali, a titolo esemplificativo, il miglioramento della segnaletica stradale, la creazione di uno spazio condiviso tra gli utenti, la realizzazione di percorsi ciclabili sicuri ed accessibili nei centri urbani e, in un’ottica più ampia, lo sviluppo turistico del territorio. 

Infatti nell’ambito del PNRR sono previsti, per le ciclovie turistiche, investimenti mirati alla realizzazione di almeno 1.235 km aggiuntivi, nonché opere di manutenzione straordinaria dei percorsi esistenti. Ulteriori finanziamenti sono destinati all’implementazione dei percorsi anche in ambito urbano.

L’opportunità è senz’altro ragguardevole: la pluralità degli obiettivi che il piano si pone, congiuntamente alle potenzialità del settore, evidenziano un modello che, se adeguatamente strutturato e valorizzato, può dare un forte impulso alla crescita del Paese.

Entra nella Community e costruiamo insieme il tuo Biciplan. Scopri il servizio Green Mobility.


Ti interessa l’articolo?

Vuoi approfondire le tematiche che abbiamo trattato? Contattaci per avere maggiori informazioni.

Ti potrebbero interessare anche questi bandi


Bando efficienza energetica per le Imprese turistiche di Regione Lombardia
Regione Lombardia: contributi per i Piani di Sviluppo Locale
Turismo montano come leva di sviluppo locale

Turismo montano come leva di sviluppo locale

di Federica Sala

Il turismo montano svolge un ruolo di particolare rilevanza nel processo di rilancio dell'economia locale e contribuisce a contenere gli effetti della crisi legata allo spopolamento dei territori ...

Leggi

Trasforma il tuo futuro!

Entra nella community per rimanere sempre aggiornato e realizzare i tuoi progetti innovativi e sostenibili

Iscriviti alla nostra newsletter

Success! Your message has been sent to us.
Error! There was an error sending your message.