blog

Le Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) nelle Regioni del Nord Italia

Ilaria Bresciani
blogcereregioninord

Le Comunità Energetiche Rinnovabili sono ormai molto conosciute, negli ultimi anni infatti, anche in Italia, abbiamo assistito alla nascita di diverse conformazioni simili.

Come abbiamo descritto in molti articoli nel nostro blog, le CER sono appunto delle Comunità costituite da diversi tipi di soggetti, enti locali, privati, imprese ecc. che hanno come scopo comune la creazione e produzione di energia da fonti rinnovabili.

Trovare delle soluzioni che vertano verso l’indipendenza energetica e verde dei territori è diventata una priorità per le Regioni italiane, specialmente in vista anche dei fondi del PNRR che permetto alle stesse di investire in questi progetti.

Vediamo ad oggi a che punto sono le Regioni.


Regione Piemonte 

Il Piemonte è stata la prima Regione a muoversi in questa direzione, grazie alla legge regionale 12/2018 che ha permesso la costituzione della prima grande CER nei pressi di Torino. Il caso della CER del Pinerolese è esemplare, in quanto ha visto la partecipazione tra il Politecnico di Torino, Consorzio Pinerolo Energia e il Comune della città di Torino. 

La Fondazione Cariplo aveva invece attivato il bando “Alternative” (chiuso il 21 luglio 2022) che prevedeva lo stanziamento di 1,5 milioni di euro per la creazione di CER in Regione Lombardia e delle province di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola. Ad ogni ente locale o no profit aderente venivano stanziati 80 mila euro.

Anche la compagnia di San Paolo aveva previsto il bando Sinergie predisponendo un percorso di informazione e promozione sulle CER, e un vademecum per la loro realizzazione.

Inoltre, con il Manifesto di Orta, la Regione ha dato il via alla creazione della prima CER su lago nel territorio italiano, che prevede il coinvolgimento dei comuni circostanti.

Pochi giorni fa, infine, il Comune di Sulmona e Magliano Alpi (CN) ha deliberato la costituzione di una CER. Ciò è stato possibile grazie alla collaborazione con Energy Centerdel Politecnico di Torino, Wec Italia, il Comitato Nazionale Italiano del World Energy Council.

Regione Emilia Romagna 

La seconda Regione a muoversi in questa direzione è l’Emilia Romagna, dove il 27 maggio è stata approvata la legge regionale n. 5/2022 “Promozione e sostegno delle comunità energetiche rinnovabili (Cer) e degli auto-consumatori di energia rinnovabile che agiscono collettivamente”.

La Legge prevede uno stanziamento di 200.000 euro per il 2022 e 150.000 euro per il 2023; oltre a questi, sono previsti 12.000.000 euro provenienti dal FESR.

Grazie a questa legge sono sorte anche in Emilia le prime CER come, ad esempio, quella di Imola e quella di Bologna. 

Nel primo caso le Imprese del territorio si sono unite per la produzione e consumo di rinnovabili mentre nel secondo caso, a Bologna, si lavora al progetto Geco per la produzione di energia rinnovabile.

L’ultimo caso, invece, vede protagonista il Comune di Scandiano (RE) nel quale è presente un condominio che produce e consuma tramite un impianto di Autoconsumo (AUC) e tramite il quale riesce anche ad alimentare molte macchine elettriche incentivando la mobilità green.


Regione Lombardia 

La Lombardia non è da meno, infatti dal 28 luglio al 30 dicembre 2022 è aperta la “Manifestazione di Interesse” per i Comuni, così da raccogliere l’intento degli stessi e predisporre un piano per la creazione di Comunità Energetiche sul territorio. 

L’investimento iniziale stabilito è di 22 milioni per una rete di 6.000 Comunità Energetiche Rinnovabili con impianti di produzione e accumulo energetico. Si prevede di sviluppare il progetto nei prossimi 5 anni.

I Comuni dovranno solo presentare una proposta di CER e i progetti meglio strutturati verranno scelti e inseriti in un elenco, dopodiché, la Giunta Regionale, supportata da CERL, attiverà le 2 linee di finanziamento, delineate dalla Regione insieme alla Fondazione Cariplo.

Inoltre, recentemente Edison Energia, società che si occupa di vendita di gas naturale ed energia, presenta un piano per creare 200 Comunità Energetiche in Italia entro il 2024. I lavori hanno preso il via a Bergamo grazie alla partnership con Gabetti Lab, si parla così della creazione di comunità energetiche residenziali a livello condominiale che saranno in funzione nel 2023; la stessa esperienza è riproposta in un condominio di Dalmine. 

A Vimercate invece è previsto che sorga la comunità molto più grande che abbia l’ambizione di diventare la più grande d’Italia.

Regione Veneto 

Il 5 luglio 2022 la Regione Veneto ha approvato la Legge regionale n. 16, per le CER e l’Autoconsumo (AUC). Anche qui i finanziamenti si dividono in due tranche, 100mila euro per il 2022 e 250mila euro per il 2023 e 2024.

I finanziamenti andranno a incentivare la creazione di smart grid e gli impianti fisici di produzione ma non solo, è previsto che siano sostenuti comuni ed enti gestori di edilizia residenziale pubblica e infrastrutture anche immateriali oltre che gruppi AERAC (autoconsumatori di energia rinnovabile che agiscono collettivamente).

Entro 90gg dalla pubblicazione della legge regionale, verranno definiti i criteri e delle modalità di attuazione previste dalla Giunta di Regione Veneto.


Regione Friuli Venezia Giulia

Il 5 ottobre è stato pubblicato il bando per i comuni della regione Friuli riguardo alla costituzione di Comunità Energetiche Rinnovabili CER e di impianti fotovoltaici sul territorio. Il bando finanzia impianti e accumulatori, nonché opere di connessione e altre infrastrutture indispensabili al progetto.

Il bando si riferisce ai Comuni e agli Enti Locali così che facciano da traino al processo di cambiamento verso la transizione ecologica del territorio verso un futuro a 0 emissioni.

Per quanto riguarda le cifre, per ogni progetto i finanziamenti arrivano a coprire l’80% della spesa fino ad un massimo di 500mila euro. In tutto sono stati messi a disposizione 8,5 milioni di euro. Il bando scade il 28 ottobre 2022.

Ti interessa l’articolo?

Vuoi approfondire le tematiche che abbiamo trattato? Contattaci per avere maggiori informazioni.

Ti potrebbero interessare anche questi bandi


Bando efficienza energetica per le Imprese turistiche di Regione Lombardia
Regione Lombardia: contributi per i Piani di Sviluppo Locale
Turismo montano come leva di sviluppo locale

Turismo montano come leva di sviluppo locale

di Federica Sala

Il turismo montano svolge un ruolo di particolare rilevanza nel processo di rilancio dell'economia locale e contribuisce a contenere gli effetti della crisi legata allo spopolamento dei territori ...

Leggi

Trasforma il tuo futuro!

Entra nella community per rimanere sempre aggiornato e realizzare i tuoi progetti innovativi e sostenibili

Iscriviti alla nostra newsletter

Success! Your message has been sent to us.
Error! There was an error sending your message.