blog

Contributi per la riorganizzazione funzionale del Veneto: Unioni di Comuni e Fusioni

Federica Sala
Contributi per la riorganizzazione funzionale del Veneto: Unioni di Comuni e Fusioni

Le fusioni e le unioni di Comuni sono strumenti di riorganizzazione amministrativa e territoriale che mirano a migliorare l'efficienza e l'efficacia dell'amministrazione locale, nonché a ottimizzare l'erogazione dei servizi ai cittadini. Servono a raggiungere diversi obiettivi, tra cui:

  • Efficienza amministrativa: ridurre la duplicazione delle strutture amministrative, semplificare le procedure burocratiche e migliorare la gestione dei servizi pubblici. Ciò porta a una maggiore efficienza e ad una migliore utilizzazione delle risorse.
  • Razionalizzazione delle risorse: ridistribuire le risorse finanziarie, umane e materiali in modo più equo ed efficace. Ciò consente di ottimizzare gli investimenti pubblici, ridurre gli sprechi e migliorare la qualità dei servizi offerti ai cittadini.
  • Potenziamento dei servizi: consolidare le competenze e le risorse amministrative, consentendo di offrire una maggiore varietà di servizi e una maggiore specializzazione. Inoltre, l'unione di Comuni può promuovere la cooperazione tra i vari enti, favorire la condivisione delle best practice e favorire lo sviluppo di servizi innovativi.
  • Rappresentanza e capacità di negoziazione: aumentare la rappresentanza degli enti locali e la loro capacità di negoziazione con le altre istituzioni. Un ente con una maggiore dimensione può avere una voce più forte nelle decisioni politiche e nei processi di pianificazione regionale o nazionale.
  • Sostenibilità economica: favorire la sostenibilità economica a lungo termine, consentendo una gestione più efficiente delle risorse finanziarie e una maggiore capacità di attrarre investimenti e finanziamenti esterni.

L'articolo 10 della Legge Regionale (LR) numero 18 del 27 aprile 2012, relativa alla Regione Veneto, tratta i criteri e le modalità per l'assegnazione di contributi a concorso delle spese sostenute dagli enti locali per l'elaborazione di studi di fattibilità volti alla creazione di fusioni e unioni di comuni. Questa disposizione normativa stabilisce le linee guida per l'assegnazione di finanziamenti regionali finalizzati alla realizzazione di progetti di riorganizzazione sovracomunale e di fusione di comuni.

L'obiettivo principale di tali studi di fattibilità è fornire una base conoscitiva che consenta di valutare la fattibilità organizzativa e gestionale delle scelte associative o di ampliamento istituzionale. Essi mirano a evidenziare gli effetti, le criticità e le opportunità derivanti dalla riorganizzazione funzionale e istituzionale. Questi studi sono quindi strumenti fondamentali per valutare la fattibilità tecnica, economica e ambientale di un progetto o di un intervento pianificato dall'ente locale.

Chi sono i beneficiari del bando Contributi per la riorganizzazione funzionale del Veneto: Unioni di Comuni e Fusioni

Il bando "Contributi per la riorganizzazione territoriale e funzionale del Veneto" si rivolge alle seguenti categorie di beneficiari:

A) Comuni che abbiano stipulato una convenzione per la predisposizione dello studio di fattibilità, mediante l'affidamento di incarico professionale esterno a soggetti detentori di partita IVA, finalizzato a:

  • Riorganizzazione istituzionale per la fusione tra Comuni (L.R. n. 25/92 art. 3 lett. d)
  • Riorganizzazione sovra-comunale per la costituzione di un'Unione di Comuni (L.R. n. 18/2012)
  • Riorganizzazione sovra-comunale per la costituzione di un'Unione Montana (L.R. 40/2012)

La convenzione deve specificare i Comuni partecipanti al progetto di riorganizzazione comunale, l'individuazione del Comune capofila responsabile dell'affidamento dell'incarico per la predisposizione dello studio di fattibilità e incaricato della presentazione della domanda e del conseguente ricevimento del contributo. Inoltre, devono essere indicati i contenuti minimi dello studio e i requisiti essenziali del disciplinare di incarico e del relativo cronoprogramma.

B) Unioni di Comuni (ai sensi dell'art. 32 del D.Lgs n. 267/2000) già costituite, che deliberano l'affidamento di un incarico professionale esterno a soggetti detentori di partita IVA per lo studio di fattibilità riguardante:

  • Riorganizzazione delle strutture e dei servizi a seguito del conferimento di nuove funzioni fondamentali da parte di tutti i Comuni aderenti all'Unione
  • Adesione di nuovi Comuni alle Unioni stesse, con il contestuale conferimento delle funzioni fondamentali già svolte dall'Unione per conto dei Comuni appartenenti

C) Unioni Montane ai sensi della L.R. n. 40/2012, già costituite, che deliberano l'affidamento di un incarico professionale esterno a soggetti detentori di partita IVA per lo studio di fattibilità riguardante:

  • Riorganizzazione delle strutture e dei servizi a seguito del conferimento di nuove funzioni fondamentali dai Comuni appartenenti all'Unione Montana
  • Adesione di nuovi Comuni alle Unioni stesse per l'esercizio di funzioni/servizi comunali

Cosa finanzia il bando Contributi per la riorganizzazione funzionale del Veneto: Unioni di Comuni e Fusioni

Il bando "Contributi per la riorganizzazione territoriale e funzionale del Veneto" finanzia i seguenti interventi:

  • Progetti di fusione di Comuni; comprendono un preliminare sondaggio per verificare il consenso degli elettori e la predisposizione di un'attività di comunicazione e informazione rivolta alla cittadinanza e ai vari portatori di interesse, sia interni che esterni all'amministrazione.
  • Progetti di riorganizzazione sovra-comunale per la costituzione di Unioni di Comuni: ottimizzazione delle strutture e delle funzioni degli enti locali contigui appartenenti alla stessa Provincia e ambito ATS, escludendo l'area omogenea montana e parzialmente montana.
  • Progetti di riorganizzazione sovra-comunale per la costituzione di Unioni Montane: riorganizzazione delle strutture e delle funzioni degli enti locali contigui appartenenti alla stessa Provincia e ambito ATS, inclusa l'area omogenea montana e parzialmente montana, conformemente alla L.R. 40/2012.
  • Progetti di riorganizzazione gestionale dell'Unione di Comuni/Montana: mirano a riorientare la gestione delle Unioni di Comuni/Montana per l'esercizio di nuove funzioni affidate loro dai Comuni di appartenenza o per valutare gli effetti derivanti dalla modifica del proprio ambito territoriale a seguito dell'adesione di nuovi Comuni.

I progetti presentati saranno valutati sulla base dei seguenti criteri:

  • Fattibilità organizzativa e gestionale: capacità del progetto di raggiungere gli obiettivi di riorganizzazione funzionale e istituzionale, analizzando la coerenza delle scelte proposte con gli scopi dell'ente locale e l'efficacia delle strategie di implementazione.
  • Analisi degli effetti e delle opportunità: effetti, le criticità e le opportunità derivanti dalla riorganizzazione, sia in termini di miglioramento dei servizi offerti ai cittadini, sia di efficienza amministrativa ed economica
  • Coinvolgimento dei portatori di interesse: grado di coinvolgimento e di partecipazione dei vari portatori di interesse, tra cui la cittadinanza, gli attori locali e gli enti esterni all'amministrazione

Quanto finanzia il bando Contributi per la riorganizzazione funzionale del Veneto: Unioni di Comuni e Fusioni

Il contributo ottenibile dal bando "Contributi per la riorganizzazione territoriale e funzionale del Veneto" è pari a:

  • Fusione di Comuni: fino a 3 comuni: € 12.000,00, oltre 12 comuni € 14.000
  • Unione di Comuni: € 5.000 per la riorganizzazione; € 8.000 per la costituzione
  • Unione Montana: € 5.000 per la riorganizzazione; € 8.000 per la costituzione

Dotazione finanziaria € 80.000 per l'anno 2023

Quando scade il bando Contributi per la riorganizzazione funzionale del Veneto: Unioni di Comuni e Fusioni

Il bando "Contributi per la riorganizzazione territoriale e funzionale del Veneto" scade il 31 ottobre 2023, data entro la quale presentare la documentazione amministrativa richiesta dal bando e la proposta progettuale che sarà sviluppata nei mesi successivi alla graduatoria positiva. 


Ti interessa il bando?

Progetta, investi e realizza con FAST Zero
Se hai un’idea o progetto da realizzare e sei alla ricerca di un contributo a fondo perduto, compila subito il form. Sarai contattato da un nostro specialista per avere una consulenza gratuita.
Skype
Meet
zoom
Teams
Sala
Chiedi una consulenza

Raccontaci la tua idea. Compila il form valutiamo gratuitamente la tua richiesta. Per qualsiasi dubbio, siamo sempre a tua disposizione.

Chiedi una consulenza gratuita
Registrati

Una volta registrato entri a far parte della community di FAST Zero e potrai accedere direttamente dalla tua dashboard ad un set esclusivo di servizi, in modo facile e veloce.

Registrati subito

Ti potrebbero interessare anche questi bandi


L’importanza dell’economia di prossimità

L’importanza dell’economia di prossimità

di Sabrina Savoca

Negli ultimi anni diversi Comuni hanno acceso i riflettori sul tema dell’economia di prossimità (ad esempio Milano, Bari, ecc.) e sulla necessità di promuovere progetti in grado di supportare il ...

Leggi
Intelligenza Artificiale e Pubblica Amministrazione

Intelligenza Artificiale e Pubblica Amministrazione

di Valeria Chiodarelli

Gli ambiti di applicazione dell’intelligenza artificiale sono svariati e stanno generando nuovi sviluppi e opportunità per diversi settori. Con il concetto di Intelligenza Artificiale (IA) si fa ...

Leggi
La Comunità Energetica Rinnovabile di Barzio: un'opportunità per le imprese del territorio

Trasforma il tuo futuro!

Entra nella community per rimanere sempre aggiornato e realizzare i tuoi progetti innovativi e sostenibili

Iscriviti alla nostra newsletter

Success! Your message has been sent to us.
Error! There was an error sending your message.