blog

Parco agrisolare: i fattori del successo

Matteo Bertoni
Parco agrisolare: i fattori del successo

È in apertura domani, martedì 27 settembre 2022, il bando per la costruzione di un Parco Agrisolare, con cui si vuole creare e migliorare l’infrastruttura connessa allo sviluppo, all’adeguamento e all’ammodernamento dell’agricoltura.
Si prospetta dunque, per il settore, un periodo di crescita, anche dovuto all’aumento dei livelli di attenzione verso l’energia solare. Dei vantaggi connessi all’agrivoltaico, abbiamo già parlato nel nostro precedente approfondimento: “Parco agrisolare: un aiuto al risparmio energetico per il settore agricolo”, ma affinché la misura abbia successo, è importante che i due ambiti – agricoltura e fotovoltaico – vengano integrati in modo armonico e coerente, con vantaggi per entrambi.

 In particolare, si devono considerare alcuni temi ricorrenti che, nel lungo periodo, possono portare molti elementi di successo. 

Quali fattori tener presenti?

Innanzitutto è importante effettuare una valutazione del clima, dal momento che le condizioni ambientali del sito devono essere appropriate sì per le colture, ma anche per la generazione solare. L’acqua è un fattore non trascurabile per gli impianti agrivoltaici e, dunque, se le precipitazioni non dovessero essere sufficienti (si veda la grave siccità dell’ultimo anno), sarà necessario supplire a questa mancanza in modo alternativo. Di contro, l’ombra fornita dai pannelli può aiutare a ridurre la richiesta d’acqua da parte del terreno, grazie a una minore evapotraspirazione dello stesso.
Anche la disposizione dell’impianto è determinante, sia per ottimizzare la quantità di luce che raggiunge l’impianto, sia per garantire il corretto svolgimento delle attività agricole e il passaggio dei macchinari. L’agrivoltaico dovrebbe quindi essere studiato per soddisfare le esigenze di agricoltori e operatori solari, nonché consentire lavorazioni efficienti. Probabilmente sarà necessario rivedere anche le tipologie di colture e i metodi di coltivazione, in modo tale che, anche in presenza di pannelli, non si abbiano variazioni significative rispetto alle condizioni abituali.
Infine, l’efficacia della misura non può prescindere da una parnership proficua tra gli attori coinvolti, ciascuno con le proprie necessità ed aspettative, al fine di andare a rafforzare le economie locali ed avere un impatto positivo sullo sviluppo dell’agrivoltaico. 

Ti interessa il bando? Non farti trovare impreparato!

Il nostro team di professionisti può seguirti durante tutto l’iter operativo, dalla stesura del progetto alla presentazione della domanda non appena verrà aperto il bando.

Scopri il nostro servizio specifico riguardante il PNRR per le Aziende cliccando qui.




Ti interessa l’articolo?

Vuoi approfondire le tematiche che abbiamo trattato? Contattaci per avere maggiori informazioni.

Ti potrebbero interessare anche questi bandi


Bando Ruralis: agroecologia e inclusione sociale

Bando Ruralis: agroecologia e inclusione sociale

di Martina Tempesta

Fondazione Cariplo ha pubblicato il bando Ruralis, iniziativa dell’Area Ambiente che si pone come obiettivo l’aumento delle opportunità lavorative nell’ambito agricolo, rispettando i principi ...

Leggi
Orti di Lombardia: contributi per orti urbani e collettivi
Regione Emilia Romagna: bando per percorsi di transizione energetica

Trasforma il tuo futuro!

Entra nella community per rimanere sempre aggiornato e realizzare i tuoi progetti innovativi e sostenibili

Iscriviti alla nostra newsletter

Success! Your message has been sent to us.
Error! There was an error sending your message.